IndietroEMPHour of the nightingale
Hour of the nightingale - Trees Of Eternity CD
Attualmente disponibile
Arrivo dell'ordine:  Previsto tra Giovedì, 24.08.2017 & Venerdì, 25.08.2017

Info articolo

CategoriaCD
TemaBand
GenereDoom
Formato mediaCD
ConfezioneDigipack
Disponibile da 02.12.2016
Codice articolo345451

Nati da una collaborazione tra il cantautore Aleah Starbridge e il chitarrista/compositore Juha Raivio, i Trees of Eternity hanno iniziato come duo acustico e si sono evoluti rapidamente in una band a tutti gli effetti. Arrotondando il gruppo sono i fratelli Norman (ex-Katatonia, October Tide) alle chitarre e Kai Hahto alla batteria. Il loro album di debutto "Hour of the Nightingale" è stato finalmente rilasciato. Ci sono voluti più di tre anni per lavorare su di esso!

Cosa dicono i clienti di "Hour of the nightingale"

  • 2
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
Ø 5 star 2 commenti
10%

Cosa ne pensi dell’articolo "Hour of the nightingale" ? Scrivi la tua recensione e riceverai un buono sconto EMP del 10% entro 24 ore!
Inserisci un commento

1 a 2 di 2 Ordinati per: Data | Utile

Scritto il:

10 commenti

Riposa in pace Aleah!

Che titolo per una recensione. Eppure, così è. Finalmente, dopo alcuni anni di travaglio, esce l'album di un supergruppo (Swallow the Sun e Katatonia) che avrebbe potuto imporsi nel panorama del gothic metal ma il fato ha voluto deciso diversamente, negando ad Aelah Starbridge la soddisfazione di vedere la sua voce ammagliare tutti noi, che tanto abbiamo atteso; lasciandoci però un'autentica gemma tra le mani. Riposa in pace Aleah, certa che la tua voce soave continua a farci sorridere, tra le lacrime.

Il commento è stato utile?

Inserisci un commento:

Scritto il:

9 commenti

L' epitaffio di una straordinaria artista.

Credo che questo non sia un album come tutti glia altri, bensì un'opera che ricalca, attraverso un gothic doom dalle melodie e dalle atmosfere sofisticate, la finitezza della vita. I chiaroscuri di questo disco evidenziano, inoltre, la fragilità della cantante, la quale potrebbe essere associata ad un usignolo oppure ad un fiocco di neve spirato nel gelido inverno. Si, il gelido inverno, inteso in questo caso come la più terribile delle malattie che le strappò di dosso l'esistenza.

Il commento è stato utile?

Inserisci un commento:

1 a 2 di 2