Maggiori informazioni
Disponibile a magazzino

Arrivo dell'ordine circa: 12 giugno 2020 - 15 giugno 2020

Solo 4 pezzo/i in stock

Descrizione articolo

Chiunque pensi che Hate Eternal sta acquistando felicemente terreno, può dimettersi come profeta. Ad un livello più elevato e allo stesso tempo meglio attraccati ad un Death Metal americano, non possono essere confusi.
Codice articolo 434045
Sesso Unisex
Genere Musicale Death Metal
Esclusiva EMP No
Media - Formato 1-3 CD
Tema Band
Band Hate Eternal
Tipologia prodotto CD
Data di pubblicazione 22/02/2008

CD 1

  • 1.
    Hell Envenom
  • 2.
    Whom gods may destroy
  • 3.
    Para bellum
  • 4.
    Bringer of storms
  • 5.
    The funerary march
  • 6.
    Thus salvation
  • 7.
    Proclamation of the damned
  • 8.
    Fury within
  • 9.
    Tombeau (Le tombeau de la fureur et des flammes)
  • 10.
    Coronach

da Björn Thorsten Jaschinski (20.01.2008) Nonostante le previsioni più sfavorevoli, Erik Rutan è riuscito a riunire un line up da sogno trasformando tutti i passati tormenti in creatività. Il luminare del basso dei Cannibal, Alex Webster non fa parte della band durante gli show dal vivo e, per sopperire alla mancanza, Erik ha scovato un virtuoso talento percussionista in Canada, Jade Simonetto, che si inserisce bene sulle orme di Derek Roddy, con l'aggiuna di una forte personalità. Tuttavia. La coincidenza più fortunata è la riunione con il vecchio compare nei Ripping Corpse, Shaune Kelly. Le due song in cui collaborano, "Hell envenom" e "Para bellum", mi fanno sperare in una duratura collaborazione. L'approccio più melodico non comporta una minore velocità ("Tombeau" resta una fenomenale eccezione), non ci sono vocal chiare e nessun tentennamento rispetto al complesso Death Metal USA che possano limitarne la performance. Sono semplici ornamenti che, come in Monstrosity aumentano la musicalità, ma senza compromessi. Non ha rivali.

I nostri consigli per te